Gli amabili resti

Gli amabili restiPianoBe

Partendo da Le Mosche di J. P. Sartre, rifacimento delle Coefore di Eschilo, questo lavoro si concentra sulle dinamiche interiori del singolo che si scontrano con quelle del “gruppo”. Sara Lupoli porta in scena, attraverso il movimento, la “percorrenza” di ognuno di noi e la conseguente limitazione della nostra libertà all'interno dei gruppi che attraversiamo e in cui lasciamo tracce del nostro passaggio: i nostri amabili resti.