Cielo

CieloArtgarage, Körper, ARB Dance Company

In un mondo rassegnato e sottomesso dalle vicende che si susseguono, la capacità dell’universo femminile di cooperare è forse l’unica risorsa. In uno spazio apparentemente definito, eppure immenso, dove ogni cosa è intuibile ma mai manifesta, c’è una lieve luce soffusa che svela il femminile e accompagna l’inevitabile e progressivo intreccio relazionale tra attrazioni e repulsioni. Un disegno dinamico da cui si sprigionano movimenti dal ritmo sempre crescente: una ricerca, un confronto, un eterno domandare. L’universo e le sue leggi, lo spazio e la sua infinita potenza armonica si confrontano con la matrice femminile. La danza fluida e dinamica, arricchita da momenti più tipicamente teatrali, segue il movimento degli astri e ne svela il carattere magico e fisico in una dicotomia perfetta: parole e musica. Suono e voce conducono lo spettatore a varie interpretazioni della parola “cielo” in un percorso semantico che attraversa i millenni tra leggenda, filosofia e pura immaginazione. Danza, teatro, musica, videoproiezioni e interazione digitale: la combinazione tra diverse discipline e la collaborazione tra artisti di provenienza differente dà vita ad un lavoro in cui l’elemento magico va di pari passo con l’interpretazione ostinatamente razionale. Magia, irrazionale, razionale: Cielo.

 

Con il sostegno di