David

Daviduno spettacolo di Vuccirìa Teatro

«Solo adesso capisco che per tutta la vita ho nuotato verso di te, ne maremoto di cemento che mi sommerge ancora in un instante. Si chiamano come te i sogni, David. Si chiama come te l’amore. Si chiama David la trasformazione eterna ed ideale delle cose. Si chiama David l'insonnia; l’impaziente desiderio di svegliarsi al mattino per non smettere di disegnare i tuoi contorni tra le cose». Con queste parole Joele Anastasi racconta la genesi dell'ultimo intenso lavoro di Vuccirìa Teatro. Attraverso le vicende di una famiglia che ha cristallizzato la presenza di un posto vuoto ad una tavola in un’ingombrante icona, David si converte in un rito che incarna un atto iconoclasta, liquefacendosi in materia.

Durata 90 minuti