Bi - Storie di Obaba

Bi - Storie di Obabadal racconto Due fratelli di Bernardo Atxaga

Bi storie di Obaba è il primo lavoro teatrale italiano a partire dal racconto Due Fratelli (Bi Anai) di Bernardo Atxaga, rappresentante di rilievo internazionale della lingua e della cultura basca. Attorno a Bi, nasce la prima collaborazione tra Emanuele Valenti (che cura la regia), Mario Gelardi (che cura la drammaturgia) e i giovani attori del Nuovo Teatro Sanità di Napoli, luogo di creazione e anteprima dello spettacolo, nella stagione teatrale 19/20, grazie al sostegno della Fondazione Alta Mane Italia e alla partecipazione di Olinda / Da vicino nessuno è normale, che ospiterà lo spettacolo nell’edizione 2021.
Tema centrale del lavoro è il conflitto tra l’adolescenza e il mondo adulto, tra l’individuo e le logiche della comunità, sia essa famiglia o paese, rese complesse dalla presenza di chi, portando i segni della diversità, devia da una normalità prestabilita e conosciuta. I fratelli, di cui si parla, sono due giovani adolescenti che vivono in un paese immaginario, teatro di molti altri racconti di Atxaga, chiamato Obaba. Troppo presto, arriva la morte dei genitori; questo vissuto li strappa alla loro adolescenza, con poche colpe e responsabilità, e li immette in un mondo in cui, su ogni loro azione, sembra allungarsi l’ombra di una volontà altra, quella degli adulti, e ogni loro scelta sembra accelerare il compiersi di un destino già scritto. La loro storia comincia da qui; dal testo alla scena, si prova a raccontarla, seguendo le direzioni imprevedibili della scrittura di Atxaga, che sa essere assieme quasi fiaba e tragedia.

Durata 55 minuti