Don Quijote

Don Quijotetesti Loris Petrillo

«Non muoia, signor padrone, non muoia. Accetti il mio consiglio, e viva molti anni, perché la maggior pazzia che possa fare un uomo in questa vita è quella di lasciarsi morir così senza un motivo, senza che nessuno lo ammazzi, sfinito dai dispiaceri e dall'avvilimento...». Queste le parole che Sancho Panza rivolge a un Don Quijote in fin di vita. Loris Petrillo si ispira a questo personaggio letterario per affrontare il suo nuovo lavoro coreografico: un inno alla resistenza, al coraggio, un invito a rimettersi in piedi per combattere la delusione che si subisce di fronte alla realtà. Prova a dimostrare che l'uomo, costretto dalle vicende della vita a ripetuti compromessi a sconfitte tristezze, può, con un pizzico di idealismo superare le apparenze e scoprire la vera essenza della vita.